Raschietto

Strumento in acciaio molto tagliente e affilato, a lama triangolare utilizzato per cancellare completamente i segni incisi e per eliminare le barbe.

RASTER (bitmap)

Nell’immagine raster il dato grafico è costituito da un insieme di elementi denominati pixel, a ciascuno dei quali è associata un’informazione colore. Ad ogni immagine raster è associata una risoluzione misurata in punti per pollice (dpi = pixel per inch) che indica quanti elementi di immagine si possono contare nell’unità di misura lineare (il pollice equivale a 2,54 cm). Esempi di questo formato: TIFF, JPG, BMP.

REALIST

Stampa speciale di un campione di prova per il controllo del colore di uno stampato.

Recto

Il davanti della stampa.

REGISTRO

Perfetta sovrapposizione di due o più elementi stampanti. Nella stampa a colori con più matrici è necessario utilizzare dei riferimenti che permettano la messa a registro della stampa. Si possono incidere questi punti sul piano del torchio, se in metallo, oppure preparare un foglio di plastica, o poliestere, con evidenziati gli angoli della lastra e quelli della carta . Se i colori non sono esattamente sovrapposti si ottiene una stampa fuori registro. Talvolta, quando l’autore ricerca particolari effetti di movimento o di indefinitezza, il fuori registro può essere intenzionale.

REGISTRO LATERALE, TRASVERSALE

Regolazione nel montaggio delle lastre cliché rispetto ai lati dei cilindri per ottenere l’esatta sovrapposizione dei colori in stampa e un allineamento perfetto per le operazioni di converting

RESIDUI DI ESPOSIZIONE

Materie che si depositano nell’espositore di lastre dopo l’eliminazione dello strato sensibile per effetto laser.

RETINATURA

Per poter realizzare la stampa delle immagini a colori con variazioni tonali (il scala di grigio, quadricromia o con colori spot) è necessario che le matrici siano retinate. La retinatura può essere più o meno visibile all’occhio umano in base alla lineatura utilizzata. Il retino sulle pubblicazioni di alta qualità si osserva solo con una lente di ingrandimento (lentino contafili). Senza il retino non si possono riprodurre i toni cromatici (passaggio graduale dello stesso colore o tra colori adiacenti), per ottenerlo si scompone l’originale da riprodurre in tanti punti. Indispensabile applicare un angolo di inclinazione differente per ogni colore per evitare in stampa il fastidioso effetto moiré.

RETINO

Strumento grafico usato per riprodurre i chiaro-scuri di un’immagine. I retini vengono indicati col numero di linee contenute in un centimetro.

RETINO FLEXO

Retino o algoritmo di retinatura digitale con struttura dei punti elaborata espressamente per la stampa flessografica.

RIFILO

Taglio finale del prodotto finito e confezionato.

RILIEVO

Impressione di un soggetto su un foglio in modo che dalla parte opposta si formi un rilievo.

RILIEVO DELLA LASTRA (cliché)

Elementi sopraelevati di un cliché flessografico che costituiscono le parti stampanti (grafismi) e trasferiscono l’inchiostro sul supporto.

Rip

Acronimo di “Raster Image Processor)’. Dispositivo per la conversione (“rasterizzazione”) delle informazioni dalla codifica PostScript, per esempio, in un retino di punti la cui risoluzione è legata al livello del dispositivo di stampa.

RISOLUZIONE

Il numero di pixel per pollice o di punti per pollice.

Ristampa

Nuova edizione di un’opera, di solito posteriore alla morte dell’artista, identica alla precedente.

RITOCCO

Intervento su originali o copie per eliminare imperfezioni o per esaltare forme e colori in determinate zone dell’immagine. Può essere effettuato manualmente o con computer che utilizzano specifici programmi.

ROTATIVA

Macchina per la stampa. In tipografia la stereotipia è montata su cilindro. In offset la lastra viene montata su un cilindro. In rotocalco la forma di stampa, il cilindro, è per sua natura rotativa.

Rotella

Utensile composto da un’impugnatura di legno terminante con una rotella dentata. Le punte della rotella possono variare in misura e/o forma.

ROTER

Materiale per il punto vendita, solitamente sagomato e con articolazioni, viene appeso al soffitto.

G. Canale & C. S.p.A.

G. Canale & C. offre ai clienti l’esperienza e la competenza di un secolo di lavoro nella carta stampata e nella realizzazione di progetti editoriali.

Grazie ai nuovissimi impianti di stampa offset rotativa e a foglio, di confezione brossura e cartonato, e al dipartimento multimediale per l’offerta di nuovi servizi, il Gruppo G. Canale & C. dà garanzia di massima competitività produttiva e di alta professionalità nell’applicazione delle nuove tecnologie.

Due unità produttive in Italia e una in Romania a Bucarest, garantiscono le esigenze editoriali e di comunicazione dei clienti nazionali e internazionali.

 

Printed at G.Canale & C.

elle-g-canale

New business

canale pop